ORGANI COLLEGIALI

 

Gli organi collegiali sono organismi di governo e di gestione delle attività scolastiche. Sono composti da rappresentanti delle varie componenti interessate.

Il processo educativo nella scuola si costruisce in primo luogo nella comunicazione tra docente e studente e si arricchisce in virtù dello scambio con l'intera comunità che attorno alla scuola vive e lavora. In questo senso la partecipazione al progetto scolastico da parte dei genitori è un contributo fondamentale.





 

Consiglio di Intersezione (Scuola dell’Infanzia) – È composto da:

tutti i docenti e un rappresentante dei genitori per ciascuna delle sezioni interessate; presiede il dirigente scolastico o un docente da lui delegato.

Consiglio di Interclasse (Scuola Primaria) – È composto da:

tutti i docenti e un rappresentante dei genitori per ciascuna delle classi interessate; presiede il dirigente scolastico o un docente da lui delegato.

Consiglio di Classe (Scuola secondaria di primo grado) – È composto da:

tutti i docenti della classe e quattro rappresentanti dei genitori; presiede il dirigente scolastico o il docente coordinatore.

Il Consiglio di intersezione, quello di interclasse e di classe, hanno il compito di formulare al collegio dei docenti proposte in ordine all'azione educativa e didattica e a iniziative di sperimentazione nonché quello di agevolare ed estendere i rapporti reciproci tra docenti, genitori ed alunni.
Fra le mansioni del consiglio di classe rientra anche quello relativo ai provvedimenti disciplinari a carico degli studenti.

 

 

Consiglio d'Istituto e Giunta Esecutiva

 

Il Consiglio d’Istituto è costituito da 19 componenti, di cui 8 docenti, 2 rappresentanti del personale amministrativo, tecnico e ausiliario, 8 genitori, il dirigente scolastico.

Il consiglio d'Istituto è presieduto da uno dei membri, eletto tra i rappresentanti dei genitori.

La Giunta esecutiva è composta da un docente, un impiegato amministrativo o tecnico o ausiliario, da 2 genitori. Di diritto ne fanno parte il dirigente scolastico, che la presiede, e il direttore dei servizi generali e amministrativi che ha anche funzioni di segretario della giunta stessa.

Nomina eletti Consiglio di Istituto a.s. 2015/2016 

 

 

 

Il Consiglio d’Istituto è l’organo collegiale di governo dell’istituzione scolastica e come tale

  • esercita la funzione di indirizzo politico-amministrativo, definendo gli obiettivi e i programmi da attuare;

  • elabora e adotta gli indirizzi generali (criteri) e determina le forme di autofinanziamento della scuola

  • approva il programma annuale proposto dalla giunta esecutiva (bilancio di previsione);

  • adotta il Regolamento interno;

  • adotta il Piano dell’Offerta formativa (POF);

  • individua i criteri generali su diverse materie che regolano la vita della scuola.

 

In materia finanziaria e patrimoniale il D.I. n 44 del 1 febbraio 2001 (Regolamento … sulla gestione amministrativo-contabile delle istituzioni scolastiche) specifica che il consiglio:

  • approva il programma annuale e stabilisce il limite del fondo minute spese da assegnare al direttore dei servizi generali ed amministrativi (DSGA);

  • ratifica i provvedimenti del dirigente che dispongono i prelievi dal fondo di riserva;

  • verifica lo stato di attuazione del programma annuale e vi apporta le modifiche necessarie (variazioni);

  • approva il conto consuntivo.

 

In materia di attività negoziale il consiglio di istituto delibera in ordine:

alla accettazione e alla rinuncia di legati, eredità e donazioni;

  • alla costituzione o compartecipazione a fondazioni, alla costituzione o compartecipazione a borse di studio;

  • all’accensione di mutui e in genere ai contratti di durata pluriennale;

  • ai contratti di alienazione, trasferimento, costituzione, modificazione di diritti reali su beni immobili appartenenti alla istituzione scolastica, previa verifica, in caso di alienazione di beni pervenuti per effetto di successioni a causa di morte e donazioni, della mancanza di condizioni ostative o disposizioni modali che ostino alla dismissione del bene;

  • all’adesione a reti di scuole e consorzi;

  • all’utilizzazione economica delle opere dell’ingegno;

  • alla partecipazione della scuola ad iniziative che comportino il coinvolgimento di agenzie, enti, università, soggetti pubblici o privati;

  • all’eventuale individuazione del superiore limite di spesa di cui all’articolo 34, c.1;

  • all’acquisto di immobili.

 

Al consiglio di istituto spettano, infine, le deliberazioni relative alla determinazione dei criteri e dei limiti per lo svolgimento, da parte del dirigente, delle seguenti attività negoziali:

contratti di sponsorizzazione;

contratti di locazione di immobili;

utilizzazione di locali, beni o siti informatici, appartenenti alla istituzione scolastica, da parte di soggetti terzi;

convenzioni relative a prestazioni del personale della scuola e degli alunni per conto terzi;

alienazione di beni e servizi prodotti nell’esercizio di attività didattiche o programmate a favore di terzi;

contratti di prestazione d’opera con esperti per particolari attività ed insegnamenti;

partecipazione a progetti internazionali.

 

 

GIUNTA ESECUTIVA

Il testo del DI 44/2001 assegna alla giunta esecutiva (organo collegiale previsto dagli art. 8 e 9 D. L.vo 297/94) come unica competenza residuale il compito di proporre al consiglio d’istituto il programma annuale (bilancio preventivo) con apposita relazione di accompagnamento.

 

 

Principali riferimenti normativi di approfondimento

  • D.I. n. 44 del 1 febbraio 2001 - (Regolamento contabile);

  • DPR 275 del 8 marzo 1999 - (Autonomia delle istituzioni scolastiche: POF);

  • DL 165 del 30 marzo 2001, art. 25 - (Dirigenti delle istituzioni scolastiche);

  • DPR 249/1998 e DPR 235/2007 - (Statuto delle studentesse e degli studenti)

 

COLLEGIO DOCENTI UNITARIO

 

Presieduto dal Dirigente Scolastico, è costituito da tutti i docenti. Ha potere deliberante in materia di funzionamento didattico della scuola. Si articola in commissioni che elaborano proposte e progetti sui vari aspetti e attività della scuola.



GRUPPO DI LAVORO PER L'INTEGRAZIONE (GLH)

E’ composto dal Dirigente Scolastico, che lo presiede, da due genitori, da docenti curriculari , docenti specializzati e da un operatore dell'AUSL.

Si riunisce mediamente due volte all'anno (salvo ulteriori necessità) e:

  • Organizza le attività di accoglienza;

  • Propone iniziative che favoriscano l'integrazione.

 

 

ORGANO DI GARANZIA PER UNA CORRETTA APPLICAZIONE DELLO STATUTO DEGLI STUDENTI E DELLE STUDENTESSE

(Scuola Secondaria di Primo Grado)

 

E’ composto da due genitori e da due docenti. Ha la funzione di garante delle corrette procedure di applicazione delle norme ed è il referente per chiunque abbia interesse ad impugnare le sanzioni adottate dagli organi competenti.

 

 

COMITATO PER LA VALUTAZIONE DEL SERVIZIO DEI DOCENTI

Risulta costituito dal Dirigente Scolastico, che lo presiede, da quattro membri effettivi e due supplenti eletti ogni anno dal Collegio dei Docenti. Le funzioni di segretario sono attribuite dal Dirigente ad uno dei docenti. Nel caso della valutazione del servizio di un docente componente il Comitato, questo non partecipa alle riunioni.



Il comitato di valutazione del servizio esercita altresì le competenze previste dagli articoli 440 e 501 in materia di anno di formazione del personale docente dell’ Istituto e di riabilitazione del personale docente.